Giardino

Come Coltivare il Sommacco

Gli indigeni americani, soprattutto gli indiani, usano mettere sotto sale queste bacche che consumano come capperi, oppure ne traggono sostanze acidule per condire i cibi. Comunemente queste piante assumono nomi abbastanza suggestivi, come “sommacco dei cuoiai”, “albero della parrucca”, “albero della cera”.

Vi sono persone particolarmente allergiche a questa pianta, le cui mani si gonfiano solo toccandone i rami; l’infiammazione può provocare anche pericolose ulcerazioni. E’ consigliabile evitare che i bambini tocchino queste piante o peggio, mettano in bocca le loro bacche che contengono succhi nocivi anche se appartengono a specie non particolarmente velenose.

Le annaffiature devono essere praticate una volta alla settimana in quantità tale da inzuppare tutto il pane di terra che circonda le radici; ma evitare che l’acqua ristagni troppo a lungo perchè danneggerebbe le radici. La concimazione si esegue in autunno con fertilizzante organico, mentre in primavera e in agosto è bene spargere sul terreno 30 gr di perfosfato d’ossa e 30 gr di solfato ammonico.

La potatura non è necessaria, ma dovendo dare una particolare forma ad alberi e arbusti è bene intervenire in febbraio. La disinfezione non deve essere ripetuta troppo di frequente dato che raramente vengono attaccati da malattia. La moltiplicazione si esegue per divione dei germogli che nascono al piede delle piante-madri oppure per talea da fare radicare in aprile in terra sabbiosa; è possibile anche la margotta da effettuare in giugno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *