Giardino

Come Coltivare la Melissa

Risulta essere un’erba aromatica dal gradevole profumo di limone (per questo è conosciuta anche come cedronella, citronella, erba limona), un profumo che perderà solo con l´essiccazione. Ha foglie dalla caratteristica forma a cuore e vellutate, disposte in modo da formare, quando le piantine sono giovani, un verde tappeto morbido. Quando le piante invecchiano tendono ad innalzarsi a fusti nell’aria, assumendo un aspetto cespuglioso.

Come saprai, la melissa ha un largo impiego in cucina per aromatizzare frittate,pesce, insalate, marmellate, macedonie di frutta, e per la preparazione di gustosi pasticcini, gelatine, torte, liquori e sciroppi. Quando nell’orto destinerai a quest’erba un pezzettino di terreno, stai attento che esso non abbia problemi di ristagni d’acqua. Sono assai dannosi per la crescita della melissa. Con le irrigazioni dovrai pertanto regolarti di conseguenza, cioè irriga le piantine solo se necessario.

Un’altra cosa di cui devi tener conto è che la pianta predilige starsene a mezza ombra, in quanto non ama l’esposizione ai raggi solari nelle ore più calde della giornata. Il sole eccessivamente forte, infatti, ne scolora le foglie e rende il suo profumo più aspro. Puoi fare uso di tre metodi di riproduzione della melissa. I più diffusi sono: semina, talea e divisione dei cespi. Nella guida faremo riferimento alla semina. Se sei in primavera puoi fare la semina direttamente in campo, interrando il seme ad una profondità di 1 o 2 cm.

Ricoprili poi con la terra residuata, per evitare che gli uccelli facciano razzia di essi. Termina con una leggera rastrellatura superficiale. Se invece ti trovi nel periodo autunnale, puoi farlo in semenzaio. Verso marzo prile però devi tener pronto il letto per trapiantare in campo le giovani piantine. Non dimenticarti di scegliere un pezzetto di terreno a mezza ombra. Calcola per l’impianto una distanza tra le file di 50 cm e di 25 sulla stessa fila. Per dettagli è possibile vedere questa guida su Coltivazione.net.

Occorre che tu sia molto paziente nell’attesa della germinazione della melissa, perchè ti accorgerai che essa si presenta assai lenta. Per quanto attiene alla raccolta dovrai praticarla verso il secondo anno con due sfalci. Potrai usare le foglie fresche, ma si consiglia sempre di asportarne le cimette. Puoi anche essiccarla in locali asciutti ed arieggiati e successivamente conservarla in vasetti di vetro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *