Fai da Te

Come Lavare la Propria Auto

Lavare l’automobile è un rito che hanno molti appassionati di tale mezzo di locomozione. Tuttavia a parte la passione, lavare la macchina è un’attività che bisogna espletare periodicamente, sia per una questione di igiene, sia per una questione di conservazione del mezzo e perchè no anche per un certo gusto estetico. In questa guida ti darò alcuni consigli per lavare la tua macchina in maniera completa e con buoni risultati.

Occorrente
Secchio e spugna
Prodotti specifici
Gettito d’acqua
Aspirapolvere e panni

La prima cosa da menzionare riguarda i periodi in cui effettuare tale operazione. Orientativamente questo dipende da fattori soggettivi quali l’utilizzo del mezzo e quindi l’esposizione a sporcizia varia, e anche alle condizioni atmosferiche. Nel primo esempio se utilizzi l’auto per recarti in campagna su strade di terra, foglie ecc sicuramente il tuo mezzo sarà più esposto a sporcarsi con più frequenza. Nel secondo esempio, se subisci una pioggia “di terra” o acida ti ritroverai ocn la macchina di colore marrone.

Da valutare ai fini del lavaggio, quindi non è solo ogni quanto lavare l’automobile, ma anche il giorno in cui farlo. Non potrai lavare l’auto in un giorno di pioggia ma sarebbe sconsigliabile anche farlo in un momento eccessivamente caldo della giornata, perchè tale situazione atmosferica comporterebbe l’asciugatura prematura del mezzo favorendo la conservazione di segni antiestetici derivanti dalla sfregatura o dal sapone induritosi.

Per quanto riguarda la pulizia vera e propria dell’interno, togli prima tutte le parti rimovibili come i tappetini e i coprisedili, oltre alle carte, cd, ecc che hai sui vari vani. Lava separatamente i tappetini, mentre internamente vai prima a passare l’aspirapolvere e poi a effettuare la pulizia vera e propria con un panno umido in modo da accalappiare gli ultimi residui di polvere. Aiutati con prodotti specifici e utilizza l’aspirapolvere o anche un compressore per raggiungere i punti più stretti.

All’esterno invece utilizza spugna, sapone, secchio e possibilmente un gettito d’acqua abbonante e non troppo potente. Utilizza il gettito della pompa per raggiungere punti difficilmente accessibili come sotto i parafanghi. Per la pulizia della carrozzeria, dei vetri e dei sopricerchi usa prodotti specifici e ricordati di non far passare molto tempo tra la strofinatura e il risciacquo per evitare che il sapone si asciughi e lasci tutti gli aloni e i segni sulle superfici. Ricordati anche di alzare i tergicristalli per pulire più agevolmente i vetri. Al termine passa una cera protettiva sull’auto, che protegge la carrozzeria dagli agenti atmosferici e rende la verniciatura più brillante.