Giardino

Come Coltivare il Tabasco

Il tabasco è una varietà di peperoncino notoriamente utilizzata per produrre una salsa parecchio piccante. Tale salsa si sposa bene con cibi tendenzialmente insipidi, con il pane e, ovviamente, con pietanze messiane. Con questa guida impareremo insieme a coltivare il tabasco.

Come le altre specie di peperoncino può essere coltivato facilmente in vaso. Seminerete il tabasco a febbraio se abitate al centro-sud e a marzo se invece vivete al nord. I frutti vanno raccolti in estate ed in autunno. Per fare in modo che non perdano le loro caratteristiche è bene utilizzarli nell’immediato. Tuttavia è possibile anche conservarli sotto olio, essiccarli o congelarli.

La temperatura in fase di semina non dovrebbe scendere oltre i 25 gradi. Il terriccio che sceglierete sarà composto da torba e sabbia in parti uguali. I tempi di germinazione sono parecchio lunghi. Quando spunterà la seconda coppia di foglie vere dovrete ripicchettare le piantine in contenitori singoli e poi metterle a dimora dopo le ultime gelate.

In generale il terreno deve essere sciolto, acido e ben drenato, con parecchia sabbia e non troppo fertilizzato. Le eventuali concimazioni dovrebbero essere a base di potassio, fosforo e microelementi. Lo dovrete annaffiare spesso e abbondantemente evitando comunque eventuali ristagni. La temperatura non dovrà mai scendere al di sotto dei 10° gradi la notte e dei 15 gradi il giorno. I rami secchi vanno potati a marzo. La pianta si riproduce per seme o per talea.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *