Giardino

Come Coltivare il Sedum

Cerchi qualcosa di speciale per abbellire la tua casa, ma non hai nessuna idea? Allora questa è la guida che fa al caso tuo. T’insegnerò a coltivare una bellissima piantina grassa che ti aiuterà a rendere la tua casa unica, dandogli quel tocco di vivacità che le mancava.

Il sedum è caratterizzato da fusti ricadenti e da piccole foglie carnose strettamente inserite una dentro l’altra, di colore grigio verde. I rami, che possono superare i 50 centimetri di lunghezza, offrono un piacevole impatto estetico se la pianta viene sospesa e lasciata ricadere dal vaso. Adesso che conosci un pò meglio questa pianta, t’insegnerò come coltivarla al meglio.

La prima cosa che dovrai fare è scegliere una posizione ideale per soddisfare al meglio le esigenze della tua pianta. Dovrai sistemare la pianta in pieno sole in modo che riceva molta luce tutto l’anno. La temperatura di un appartamento riscaldato è buona per il periodo che va dalla primavera all’autunno, mentre per il periodo invernale occorre un ambiente più fresco sui 10°C. Le foglie sono molto fragili quindi dovrai metterla in una posizione dove non venga urtata.

Per curare al meglio questa pianta dovrai bagnarla moderatamente lasciando sempre asciugare per qualche centimetro il terreno prima di riannaffiarla. Nel periodo della crescita dovrai aggiungere del fertilizzante per cactacee, più o meno ogni tre o quattro settimane. In inverno bagnala pochissimo quanto basta per non far seccare del tutto il terriccio.

Per conservare bene questa pianta dovrai garantirgli un periodo più fresco in inverno, oltre a una buona luminosità. In primavera, se il vaso dovesse apparire troppo piccolo, puoi rinvasare la piantina usando del terriccio per cactacee, in mancanza potrai sostituirlo con del

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *